Placeholder image

COMUNICATO STAMPA pubblicato il 15/12/2016

Preparativi per la festa di Natale nel quartiere Acquaviva e in Via Trento

Sono in corso i preparativi per la festa di Natale nel quartiere Acquaviva e in Via Trento, che avrà luogo venerdì 23 dicembre dalle 16.30. In luoghi dimenticati da anni dalle Istituzioni, sta nascendo la volontà di organizzarsi, di riscattare la propria condizione, insieme. E non solo tra italiani.

Il quartiere Acquaviva, infatti, ospita diverse abitazioni dello SPRAR, un progetto decennale di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati gestito dal Centro Sociale “Ex Canapificio” e Casa Rut. Pochi lo sanno, perché i ragazzi non sono ammassati in un centro, senza far nulla, ma frequentano corsi di alfabetizzazione e di formazione professionali, vivono in condomini e svolgono attività sociali. Provano, soprattutto, a rifarsi una vita dopo essere scappati dagli orrori della guerra e delle torture, dalla fame più misera, dai drammi nel deserto e sul mare.

Questo progetto di vita passa anche per il miglioramento delle condizioni del quartiere dove vivono: oggi Caserta li ospita, è la loro casa e contribuiscono a renderla migliore. Insieme ai cittadini italiani, hanno riqualificato il sottopasso pedonale di Via Acquaviva, accompagnano i bambini a scuola col progetto Piedibus e partecipano ai Laboratori gratuiti per minori che svolgiamo in sede presso la scuola media Ruggiero.

Sabato mattina, dalle 9 alle 13, ci aiuteranno a riparare il muro della Piazzetta tra Via Acquaviva e Via Trento, su cui i bambini faranno dei disegni durante la festa di Natale del 23 dicembre.

Se da un lato questa realtà preziosa di integrazione è da festeggiare, dall’altro c’è ancora qualcosa che non funziona e non aiuta la festa di Natale in programma: pur avendo patrocinato l’evento, il Comune di Caserta non sta fornendo un grande supporto per la sua realizzazione.

Le associazioni che non vendono alcun prodotto e che vorrebbero installare degli stand, sono comunque tenute a pagare la tassa di occupazione di suolo pubblico; il cartellone comunale che segnala gli appuntamenti natalizi reca, per la nostra festa, titolo e orari sbagliati. La cosa più grave, però, è che il Comune non dà ancora una risposta alla nostra richiesta di manutenzione per alcuni punti di Via Acquaviva e Via Trento oggi non sicuri e che rientrano nel percorso della festa. In ultimo, non abbiamo ancora la certezza della chiusura al traffico di Via Trento, richiesta al Comune per svolgere in sicurezza l’iniziativa segnalando anche le modalità con cui questa chiusura non peserebbe sulla viabilità cittadina.

Quindi, sebbene siamo ancora fiduciosi, l’unica nota stonata ad oggi è proprio l’Amministrazione Comunale. In fondo, manca ancora una settimana e speriamo che questa Festa di Natale, oltre ad un momento di gioia e spensieratezza, possa anche divenire un’occasione per migliorare alcune zone della città troppo spesso dimenticate e lasciate ai margini.

Info 3661403238

comitato città viva